Sally, se stai ancora leggendo significa che sei stata forte, che sei forte! Non ne ho mai dubitato che lo sei ma tu sì, spesso, troppo spesso. Hai pensato che non sei e non hai abbastanza. Hai messo in dubbio la tua personalità, i tuoi doni, il tuo talento… Lo facciamo tutti a volte e questo non lo dico per sminuire la tua sensazione ma per farti sentire meno sola e più normale. Ti capisco, ci sono stata pure io lì, in quel luogo buio. La sensazione di non valere niente, di essere sola, di non avere la forza per affrontare la vita, di non avere niente da dare mi ha resa piccolina, fragile e mi ha distrutta. Mi scendono le lacrime solo a pensarci… Tu sei lì, nella stessa stanza buia in cui ero io. Vorrei tanto poter venire da te e stringerti forte. Me lo permetti? Non ci sono parole per consolarti, per farti capire che tu vali, che tu sei importante. Se non lo provi nessuno ti potrà convincere.

Tu hai sempre avuto un buona autostima. Sei sociale, non hai paura a parlare con persone che non ti conoscono. Sei sempre piena di nuove idee e progetti che rendi reali senza dubitare un momento. Al lavoro hai l’aria professionale, sei sicura di ciò che fai e se una volta non lo sei cerchi informazioni o chiedi aiuto senza alcun problema. Lo senti che sta arrivando un “ma”?

Ma l’autostima per quanto riguarda la tua personalità, il tuo carattere, ciò che sei senza pensare a ciò che fai, non va alla grande.

Prova a stare in silenzio per due minuti, senza fare niente, senza pensare a niente. Cosa provi? Disgusto? Vuoto? Tristezza? Attenta, qui arriva un’altra domanda: sai chi sei? Sai cosa ti piace e cosa invece no? Sai chi sei se togli il mantello da formica lavoratrice e sei semplicemente Sally? Lo sai? L’autostima dell’essere (chiamiamola così) è molto più importante dell’autostima del fare. Ciò che fai tu lo può fare qualsiasi persona (certo, non esattamente come lo fai tu ma hai capito cosa intendo) invece ciò che sei non lo può essere nessuno. Scopri chi sei e abbraccia ciò che scopri. Questo è un processo, non capita da un momento all’altro. Non dico nemmeno che sia facile. Ma certamente ne vale la pena!

Sally, questa lettera è un segno del mio affetto per te. Non è una critica, nemmeno un modo per renderti piccola. Ti ammiro, veramente. Sei forte e sei debole ed è giusto che sia così. Anche tu come tutti noi, hai bisogno aiuto e hai dei bisogni che voglio prendere sul serio. È proprio perché li prendo sul serio che ho raccolto tutto il coraggio che ho avuto e ti ho mandato questa lettera. Sei importante per me!

Se c’è una cosa che vorrei che tu ricordassi è questa: non dimenticare e sminuire te stessa! Per favore, non farlo. 

Ti abbraccio

Tua Salomé

Save

Save

Save

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

73 + = 77