La bandiera francese al vento

Chi di voi mi segue su Instagram avrà già visto dove sono stata questo weekend. Ok, anche dal titolo di questo blogpost è ovvio che sono stata a PARIGI!

Prima di mostrarvi qualche fotografia DEVO raccontarvi della mia storia con questa città.

Da quando sono piccola, sogno di Parigi. Ogni fotografia mi faceva balzare il cuore e i miei genitori mi hanno voluta portare già diverse volte ma io, un po’ testarda come sono, non sono mai voluta andare. Siamo addirittura andati a Disneyland Parigi e io chiudevo gli occhi per paura di vedere la tour Eiffel. Sapete perché? Perché non volevo essere portata dai genitori nella città dell’amore, ma dal mio futuro marito!

E dopo 4 anni di matrimonio, mio marito mi ha fatto la sorpresa e al nostro anniversario mi ha portata a Parigi!

Vista sulla Sienne
La Tour Eiffel di Parigi
Il Moulin Rouge a Mont Martre

Giovedì dunque abbiamo preso il TGV da Zurigo e siamo partiti direzione Paris, la città dell’amore. In sole 4 ore eravamo già alla Gare de Lion. Incredibile! Non credevo fosse così facile arrivarci.

Mio marito ha organizzato un Airbnb super centrale e a pochi passi dalla stazione. Perfetto!

AIRBNB: ragazze, posso essere sincera con voi? L’appartamento, cioè stanza con mini cucina, non era il massimo. Carina e centrale, quello sì, ma in fatto di pulizia non era chissà che. Però, appunto, calcolando la posizione e il prezzo non potevamo lamentarci!

CONSIGLIO: se state cercando un appartamento con airbnb leggete attentamente le review, la maggior parte sono vere!

Metro di Parigi

In questi 4 giorni abbiamo camminato e camminato e camminato e preso la metro. 🙂 Abbiamo fatto in media 25’000 passi al giorno (facevamo sempre le scommesse, chi azzeccava la cifra offriva la cena :-)) e abbiamo visitato praticamente tutta la città:

Tour Eiffel: è la prima attrazione che abbiamo visitato e salendo le scale della metro a Trocadero eravamo già eccitati di vedere la famosa torre. Qualche passo più in là… ECCOLA! Bellissima! Dopo averla vista centomila volte in fotografia, eccola qui, davanti a noi. Wow! Che emozione! In realtà è mille volte meglio che in fotografia.

CONSIGLIO: è sempre pieno di gente davanti alla torre (ovviamente) e pure di persone che non sono molto interessati alla tour eiffel ma piuttosto ai vostri borsellini. State dunque attenti!

Montmartre: una collina in centro a Parigi con in cima la cattedrale Sacré Coeur. Da qui si ha una vista stupenda su quasi tutta la città. Questa è pure la zona in cui si trova il Moulin Rouge e diversi negozietti carini carini di marche francesi.

Panetteria carina a Parigi
Negozio di fiori a Parigi

Tour guidato: mio marito ha insistito di fare un tour guidato molto apprezzato su Tripadvisor. Non sono molto la tipa da tour con guida, preferisco scoprire la città da me. Ma per amore si fa questo e altro giusto? 🙂 Sabato mattina alle 9 siamo partiti con la guida e un gruppo di circa 15 persone dalla chiesa di Notre dame. La guida era un giovane parigino appassionato di storia (le sapeva tutte!!) e molto simpatico. Faceva battute ogni volta che poteva cosa che rendeva meno “noioso” il tour. Non sopporto le guide tipo “qui vediamo X e qui invece la statua di Y poi passeremo da Z dove si trova la casa di W”. Avete in mente? NOIA!! Paul, la nostra guida, era entusiasta di ciò che raccontava e non potevi fare altro che ascoltarlo con stupore. Se volete un tour guidato a Parigi, ve lo consiglio veramente! Il nostro tour è durato 3 ore e mezza e abbiamo visitato le attrazioni principali di Parigi; il louvre, la tour eiffel, les champs-d’élisées,…

Un dettaglio dell'arco di Parigi
Notre dame a Parigi

Galeries Lafayette: non puoi non passare da IL centro commerciale di Parigi. L’edificio è stupendo. La grande cupola di vetro al centro è uno spettacolo. I negozi sono, come posso dire… CARISSIMI! La regola qui è: guardare e non toccare. 🙂

CONSIGLIO: cercate di arrivare esattamente alle 9.30 (orario dell’apertura del centro) per evitare la massa di gente.

Galeries Lafayette a Parigi
Incredibile interno di galeries lafayette

Ladurée: pausa caffé obbligatoria a Parigi è da Ladurée. Se mi avete seguita su Instagram avrete visto cosa ho mangiato. Era un tortino a due piani alle fragole, come due ciambelle una sopra l’altra. Buonissimo!!

Ladurée a Parigi
Negozio Chanel a Parigi

Questa è stata la nostra avventura a Parigi. Sicuramente non è stata una vacanza rilassante ma ne è valsa la pena. Cambiare aria e visitare posti nuovi fa apprezzare di più quello che si ha e aiuta a liberare un po’ la mente da pensieri noiosi.

Spero che questa breve guida vi abbia aiutato e ispirato per la vostra prossima gita a Parigi! Fatemi sapere se avete intenzione di andarci prossimamente. Ho altri consigli per voi se volete.

Con affetto

Save

Save

Save

Save

Save

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

9 + 1 =